Le Leadership femminili nel Marketing e nella Comunicazione

IL MAR-COM SI VESTE “IN ROSA”

Qual è il rapporto donne e comunicazione?

Nonostante le immagini femminili siano continuamente al centro di accesi dibattiti e polemiche per il modo, spesso all’eccesso, in cui vengono rappresentate e trasmesse dai Media, oggi, possiamo affermare con sicurezza che la donna in pubblicità non è più soltanto “oggetto della comunicazione”, ma ne è diventata “soggetto” attivo, un motore pulsante di brillanti idee e vincenti strategie di marketing. La presenza delle donne nei vari ambiti di questo settore, e soprattutto ai vertici della piramide dei Media, è andata negli ultimi anni sempre aumentando, fino quasi a raggiungere quella maschile. Questo chiaramente ha avuto interessanti ripercussioni non solo sulla qualità dei prodotti offerti, ma anche e soprattutto sulle strategie adottate e sulla qualità dell’organizzazione del lavoro. Le donne che in Italia ricoprono ruoli di Marketing Manager  o Communication Director sono uno zoccolo duro in continua crescita.

A testimonianza di queste “eccellenze al femminile”, il Club del Marketing e della Comunicazione conferisce ogni anno dei significativi ed ambiti riconoscimenti per le “manager in rosa” che si sono particolarmente distinte per creatività, innovazione, talento e professionalità nel difficile e competitivo comparto del Mar-Com. La XII Edizione di questo Premio si è tenuta l’11 febbraio u.s. presso l’esclusivo Centro Comunicazione Bayer a Milano ed è stato un grande evento di rilevanza nazionale.

Il premio “Donna Marketing” dell’anno 2013-2014 è andato al Direttore del Marketing e della Comunicazione Adriana Spazzoli del colosso imprenditoriale MAPEI Spa.Forte di una carriera ottenuta senza sacrificare la famiglia e senza cedere a compromessi, afferma: «Dal punto di vista professionale le donne in genere sono più organizzate, per l’abitudine che hanno di adeguarsi alle varie situazioni. Ho sempre lavorato ma quando sono nati i miei bambini mi sono dedicata a loro completamente fintanto che non sono andati all’asilo. Con una buona strategia di conciliazione la gravidanza e la maternità possono essere un momento importante anche nella professione femminile: sono tempi da sfruttare per studiare, per approfondire, per sviluppare curiosità e interessi. Io, ad esempio, ho impiegato il tempo a casa per fare cose nuove: sono diventata giornalista e sono tornata in azienda con competenze migliori di prima».

Vincitrice del premio “Donna Comunicazione Aziende” è Jessica Alessi Taliento della società SECRETARY.it, secondo cui competenza, discrezione, nervi saldi, “savoir faire” e capacità di prevenire i problemi sono doti essenziali nel lavoro di una donna. «Bisogna essere propositive e avere spirito d’iniziativa». Il premio “Donna Comunicazione Agenzie” è stato assegnato al Presidente Rosanna D’Antona della società HAVAS PR. La novità assoluta di quest’anno però è stato il conferimento del nuovissimo “Premio Donna Marketing Web”, andato a Cinzia Curti, Presidente della società ITALICA PV. Come per le edizioni precedenti, le candidate sono state scelte e votate da più di 62.000 tra manager, consulenti, docenti e professionisti del settore del marketing e della comunicazione. Il meccanismo delle votazioni, totalmente democratico e spontaneo, senza schematismi preordinati, fa sì che il Premio sia “vero”, non precostituito e pertanto rende ancora più onore al merito delle vincitrici.

Dalle dichiarazioni rilasciate dalle stesse vincitrici in più di un’intervista, si evince che per una donna manager o responsabile marketing è sicuramente impegnativo conciliare vita privata e vita lavorativa, trovando un equilibrio che le consenta di dedicarsi al lavoro, ma anche di occuparsi di se stessa e delle sue altre passioni o della famiglia. Proprio nel fatto di essere una donna tuttavia, non negando la propria natura, risiede la chiave del successo di queste “Signore della Comunicazione”: passione, determinazione e perseveranza, oltre naturalmente all’esperienza e ad una buona formazione.

La curiosità, si sa, è donna e molto spesso è un grande motore di crescita professionale.

 

 

Si ringrazia il Club del Marketing e della Comunicazione per la gentile collaborazione.

error: Non è possibile copiare i contenuti